Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. Unite del 1986 numero 665 (03/02/1986)


In relazione ad una cosiddetta convenzione di lottizzazione, la quale ponga a carico del comune l'obbligo di rilasciare in favore del privato contraente licenza o concessione per la costruzione di determinati edifici, la successiva approvazione da parte del comune medesimo di nuovi strumenti urbanistici, che siano incompatibili con i precedenti accordi, anche per il solo fatto di ridurre gli indici volumetrici realizzabili o di imporre ulteriori oneri di urbanizzazione, configura esercizio di poteri pubblicistici, idoneo a degradare le posizioni soggettive scaturenti da detto contratto a meri interessi legittimi, con l'ulteriore conseguenza che la domanda di quel privato, rivolta a denunciare l'illegittimità del mancato rilascio di detta licenza o concessione, spetta alla giurisdizione del giudice amministrativo.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. Unite del 1986 numero 665 (03/02/1986)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto