Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Accettazione d'eredità pura e semplice



L'accettazione d'eredità è appellata "pura e semplice" quando si sostanzia nell'accogliere la delazione ereditaria senza riserva alcuna. Questo esito si può produrre consapevolmente ed intenzionalmente, per il tramite di un atto espressamente inteso ad assumere la qualità di erede (accettazione espressa: art.475 cod.civ.). E' tuttavia possibile che l'elemento intenzionale (inteso come volontà di perseguire gli effetti) manchi, ma che tuttavia il risultato di conseguire la qualità ereditaria sia comunque raggiunto (accettazione tacita: art. 476 cod.civ.). Infine vi sono alcune occorrenze alle quali la legge collega comunque l'acquisto dell'eredità indipendentemente da qualsiasi condotta consapevole dell'agente (accettazione c.d. presunta: cfr. art. 485 cod.civ.).

Prassi collegate

  • Quesito n. 3-2015/A, Inghilterra – successioni: accettazione di lascito ereditario in favore di charity inglese

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Accettazione d'eredità pura e semplice
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Accettazione d'eredità pura e semplice"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto