Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

I.B.29 - Inderogabilità della facoltà degli amministratori o del terzo del capitale sociale di sottoporre all’approv. dei soci certi argomenti


Inderogabilità della facoltà di uno o più amministratori o del terzo del capitale sociale di sottoporre all’approv.azione dei soci determinati argomenti

Massima

1° pubbl. 9/10

La disposizione contenuta nell’art. 2479, comma 1 cod. civ., che attribuisce ad uno o più amministratori, ovvero a tanti soci che rappresentino almeno un terzo del capitale sociale, il potere di sottoporre all’approvazione dei soci determinati argomenti, integra un elemento tipico del modello srl e come tale non è derogabile in senso limitativo dallo statuto.
È al contrario possibile che lo statuto attribuisca ad una maggioranza meno qualificata di soci (ad esempio un decimo del capitale), ovvero ad altri soggetti (ad esempio uno o più sindaci) il suddetto potere di sottoporre all’approvazione dei soci determinati argomenti.

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

I.B.29 - Inderogabilità della facoltà degli amministratori o del terzo del capitale sociale di sottoporre all’approv. dei soci certi argomenti
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "I.B.29 - Inderogabilità della facoltà degli amministratori o del terzo del capitale sociale di sottoporre all’approv. dei soci certi argomenti"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto