Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. civile, sez. Unite del 1990 numero 1398 (23/02/1990)


In tema di declaratoria giudiziale della paternità o maternità naturale, la domanda di merito, che venga proposta prima della conclusione della fase contemplata dall'art. 274 c.c., cioè prima della pronuncia di decreto (non più reclamabile) di ammissibilità dell'azione, deve essere dichiarata improponibile, senza che rilevi l'eventuale sopravvenienza del decreto stesso, considerando che la definizione della suddetta fase non integra condizione dell'azione, ossia condizione per l'esercizio da parte del giudice del potere decisorio, ma configura presupposto processaule, la cui mancanza si traduce nella carenza della facoltà di chiedere quella declaratoria e di instaurare il relativo procedimento.

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Cass. civile, sez. Unite del 1990 numero 1398 (23/02/1990)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto