Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Tutela dell'integrità fisica




Come appare di tutta evidenza il diritto all'integrità fisica si palesa come quello più immediatamente essenziale rispetto alla essenza umana della persona fisica, essendo diretto a proteggere l'esistenza stessa in vita dell'uomo. E' chiaro infatti come, in difetto di essa, vana sarebbe la prospettazione di ulteriori forme di protezione degli interessi di un soggetto.

Nel corso dell'esame che segue, premessa una disamina generale sulle connotazioni di tale diritto soggettivo assoluto, assumeremo in considerazione l'evoluzione giurisprudenziale del c.d. "danno biologico", volta ad assicurare la risarcibilità della salute in sè e per sè considerata, pure in difetto di un riflesso sull'attitudine a produrre reddito della persona lesa.

Da ultimo verranno analizzati i limiti entro i quali è consentito al titolare di legittimamente porre in essere atti di disposizione del proprio corpo.

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Tutela dell'integrità fisica"

Iscriviti alla Newsletter di WikiJus!

Iscriviti