Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

L'affiliazione commerciale (franchising): presupposti




Ai sensi del n. 2 dell'art.3 della legge n. 129/2004, ai fini della costituzione di una rete di affiliazione commerciale occorre che l'affiliante (o franchisor) abbia sperimentato sul mercato la propria formula commerciale. La disposizione appare dettata allo scopo di evitare semplicistiche ed ingannevoli formulazioni contrattuali con le quali soggetti privi di scrupoli propongano intese a chi è desideroso di iniziare un'attività economica redditizia. Non infrequentemente ci si è imbattuti in casi in cui, a fronte della corresponsione di discrete somme di denaro, l'affiliante si sia limitato a consegnare all'affiliato oggettistica di scarso valore ed una serie di servizi del tutto evanescente, priva di qualsiasi supporto progettuale e commerciale.

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "L'affiliazione commerciale (franchising): presupposti"

Iscriviti alla Newsletter di WikiJus!

Iscriviti