Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Tribunale di Pesaro, ordinanza del 9 marzo 2009. Conflitti fra più acquirenti di quote di s.r.l. e negozio fiduciario.

I L'attuale art. 2470, comma III, c.c. prevede la preferenza dell'acquirente che per primo abbia effettuato, in buona fede, l'iscrizione nel registro delle imprese.
II La norma disciplina non solo l'ipotesi di un dante causa e di più acquirenti ma anche quella di eventuali sub acquirenti, sicche´ si devono consentire iscrizioni che avvengano in soluzione di continuità (come nell'ipotesi della iscrizione richiesta da un sub acquirente in difetto della precedente iscrizione a opera del suo dante causa).

Commento

La pronunzia si inserisce nel filone interpretativo che ha ad oggetto la controversa formulazione dell'art.2470 cod.civ., norma che, ai fini della prevalenza dell'acquisto della partecipazione sociale, effettua una commistione tra requisito della buona fede in capo all'acquirente e concorrente requisito della priorità dell'esecuzione della formalità pubblicitaria.

Aggiungi un commento