Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Requisiti della situazione possessoria ai fini dell'usucapione. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 10894 dell’8 maggio 2013)

Non è configurabile quale possesso ad usucapionem il comportamento consistente nell'uso di una striscia di terreno ricoperta di ghiaia come parcheggio e spazio di manovra, non essendo detta condotta di per sé espressione di un'attività materiale incompatibile con l'altrui diritto di proprietà e non avendo la relativa esteriorizzazione la valenza inequivoca di una signoria di fatto sul bene, in quanto la copertura dell'area con ghiaia non integra un'opera permanente di trasformazione, idonea a precludere la potestà dominicale del proprietario, mentre l'utilizzo a scopo di parcheggio può risultare transitoriamente consentito per mera tolleranza.

Commento

(di Daniele Minussi)
La pronunzia fa il punto sui requisiti che il possesso deve presentare ai fini di poter fondare l'acquisto per usucapione, distinguendola rispetto a situazione di semplice tolleranza, fondate cioè sulla cortesia e buon vicinato.

Aggiungi un commento