Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Litisconsorzio necessario per impugnare il regolamento condominiale? (Cass. Civ., Sez. VI-II, sent. n. 23224 del 14 ottobre 2013)

Il regolamento di condominio attiene alla disciplina di un rapporto plurisoggettivo tra i contitolari di porzioni comprese in un medesimo edificio e, quindi, non può essere dichiarato inefficace solo relativamente ad alcuni dei partecipanti senza incidere, necessariamente, sulla sfera patrimoniale dei restanti condomini.

Commento

(di Daniele Minussi)
Nel caso sottoposto all'attenzione della S.C. alcuni condomini avevano impugnato il regolamento condominiale predisposto dal costruttore dell'intero l'edificio, sostenendo che fosse nullo. Il Giudice di prime cure aveva dato ragione agli attori, mentre la Corte d'Appello aveva deciso in senso contrario, sulla scorta dell'indispensabile presenza in giudizio di tutti i condomini. Nel confermare tale impostazione la Cassazione ha spiegato come la disciplina di un rapporto plurisoggettivo tra tutti i titolari di unità immobiliari poste nel medesimo stabile non possa essere considerata valevole per alcuni ed inefficace per altri (gli impugnanti).

Aggiungi un commento