Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

La circolare dell'Agenzia del Territorio sulla dichiarazione di conformità oggettiva prima della regolarizzazione catastale

Si pubblica la Circolare dell'Agenzia del Territorio n. 7/2011 del 18 novembre 2011, Prot. 63679, in tema di " dichiarazione di conformità oggettiva prima della regolarizzazione catastale ".
Si veda a proposito il testo completo della circolare.

Commento

(di Daniele Minussi)
La circolare ha come termine di riferimento i fabbricati in relazione ai quali non si sia proceduto alla regolarizzazione catastale, vale a dire a quell'operazione che si sostanzia nella presentazione degli elaborati planimetrici finalizzati all'iscrizione in catasto delle unità immobiliari.
La situazione, invero non rara soprattutto in riferimento a fabbricati rurali e rustici, è da anni all'attenzione dell'Erario, che ha più volte prorogato i termini di presentazione delle relative pratiche, fino alla scorsa primavera.
Poichè, come è noto, la negoziabilità degli immobili risulta attualmente condizionata alla c.d. "coerenza soggettiva ed oggettiva" (vale a dire il positivo controllo della corrispondenza tra la descrizione dell'oggetto del trasferimento della proprietà dell'immobile e le planimetrie depositate in catasto nonchè l'intestazione del bene) la circolare in questione affronta il tema delle conseguenze in ordine alla commerciabilità della mancata denuncia in catasto e della conseguente attivazione del procedimento (articolato in due tempi) d'ufficio finalizzato all'accatastamento del fabbricato.

Aggiungi un commento