Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Imputazione di pagamento tra crediti omogenei. (Cass. Civ., Sez. II, sent. n. 22639 del 3 ottobre 2013)

La disposizione dell'art. 1193 c.c. presuppone una pluralità di rapporti obbligatori tra le stesse parti e ha lo scopo di eliminare l'incertezza circa la sorte degli stessi, evitando che a ciascun atto di pagamento non segua l'effetto solutorio di una ben determinata obbligazione, sicché tale disposizione non è applicabile, e la questione dell'imputazione del pagamento non è proponibile, quando tra le parti sussista un unico debito.

Commento

(di Daniele Minussi)
E' la pluralità dei rapporti debitori presupposto imprescindibile della possibilità di effettuare l'imputazione di pagamento di cui all'art.1193 cod.civ.? Al quesito è stata data risposta negativa: d'altronde il tenore testuale della norma non parrebbe ammettere una differente soluzione.

Aggiungi un commento