Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. Pen., Sez. II, n. 19665/2008. Circonvenzione d'incapace e nullità del contratto per violazione di norma imperativa.

All'accertamento del delitto di circonvenzione di incapace consegue, ai sensi dell'art. 1418 c.c., la nullità per contrarietà a norme imperative (e non l'annullabilità) del contratto stipulato dall'incapace.

Commento

(di Daniele Minussi) La Cassazione penale conferma l'indirizzo del tutto prevalente anche nella giurisprudenza civile di legittimità.

Aggiungi un commento