Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. Civ., Sezioni Unite, n.4806/2005. Effetti della mancata convocazione dell'assemblea condominiale.

La mancata comunicazione, a taluno dei condomini, dell'avviso di convocazione dell'assemblea condominiale comporta non la nullità, ma l'annullabilità della delibera condominiale, che se non viene impugnata nel termine di trenta giorni previsto dall'articolo 1137, comma 3, del Cc. Decorrente per i condomini assenti dalla comunicazione e per i condomini dissenzienti dalla sua approvazione, è valida ed efficace nei confronti di tutti i partecipanti al condominio.

Commento

La pronunzia viene a comporre il contrasto giurisprudenziale evidenziatosi in materia, essendosi alternativamente deciso ora nel senso della nullità della deliberazione assunta in difetto di convocazione di taluno dei condomini (cfr. Cass. Civ., Sez.II, 5267/97), ora nel senso della mera annullabilità (cfr. Cass. Civ., Sez.II, 13350/2003).

Aggiungi un commento