Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. Civ., sez. Unite, n. 13886/2007. Esclusione del diritto di prelazione e di riscatto nell'ipotesi di vendita di quota di immobile locato ad uso non abitativo.

In tema di locazione di immobili ad uso non abitativo, nell'ipotesi in cui il proprietario - locatore intenda alienare ad un terzo ovvero al comproprietario dell'immobile locato solo una quota dell'immobile, non spetta al conduttore il diritto di prelazione ed il conseguente diritto di riscatto. Ciò, neppure nel caso in cui la quota dell'immobile alienata coincida con la parte del bene oggetto del rapporto di locazione.

Commento

La S.C. conferma l'orientamento già espresso dalla precedente Cass. Civ., Sez.III, 18648/03 nel senso dell'esclusione della spettanza del diritto di prelazione ex art.36 l.392/78 nell'eventualità di cessione di una quota soltanto dell'immobile.

Aggiungi un commento