Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. Civ., sez. III, n. 23794/2007. Legittimazione ad agire in giudizio per l'utilizzatore di un bene in leasing finanziario ai fini dell'accertamento dell'esatto corrispettivo spettante al fornitore.

Nel contratto di leasing finanziario l'utilizzatore, anche se non è stato parte del contratto di fornitura, è legittimato ad agire direttamente nei confronti dell'appaltatore per l'adempimento del contratto di fornitura, per il risarcimento del danno conseguentemente sofferto ed anche per sentire accertare quale sia l'esatto corrispettivo spettante al fornitore.

Commento

Un'altra sentenza che si muove nell'ambito del riconoscimento della stretta interdipendenza del rapporto tra concedente ed utilizzatore e tra concedente e fornitore, statuendo nel senso della praticabilità di un'azione rivolta dall'utilizatore nei confronti del fornitore. Nel senso della rilevanza del collegamento negoziale cfr. anche Cass. Civ., Sez.III, 19657/04 e 10926/98.

Aggiungi un commento