Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. Civ., sez. II, n. 24957/2007. Nullità e compravendita di immobile privo di abitabilità.

Va esclusa la nullità del contratto di compravendita di un immobile privo di autorizzazione all'abitabilità, ove tale carenza, pur attenendo alle qualità essenziali del bene, non impedisca concretamente ed in assoluto il godimento dello stesso.

Commento

Si badi come anche la più radicale considerazione del difetto dell'abitabilità intesa come requisito essenziale del bene venduto atta a tradursi nell'ipotesi del c.d. "aliud pro alio" conduce al rimedio della risoluzione per inadempimento e non già al vizio ben più radicale dell'invalidità sub specie della nullità.

Aggiungi un commento