Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. Civ., sez. II, n. 18652/2004. Estensione degli effetti della transazione

L'estensione degli effetti della transazione conclusa con il creditore da uno dei debitori agli altri condebitori solidali, ai sensi dell'articolo 1304 del Codice civile, presuppone l'unicità del titolo in forza del quale più soggetti siano tenuti alla medesima prestazione nei confronti del medesimo creditore.(Nella specie, in applicazione del riferito principio, si è escluso che il direttore dei lavori potesse invocare gli effetti della transazione conclusa con l'appaltatore dal committente, quanto ai danni reclamati da quest'ultimo per maggiori spese conseguite, non per vizi dell'opera, ma per ritardi verificatisi nell'espletamento di attività demandate al direttore dei lavori.)

Commento

La S.C. mette a fuoco il presupposto fondante l'efficacia estensiva di cui all'art.1304 cod.civ., al quale deve ulteriormente aggiungersi l'elemento costituito dal fatto che l'accordo transattivo coinvolga l'intera situazione controversa e sia perfezionato in relazione all'intero debito solidale.

Aggiungi un commento