Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Cass. Civ., sez. II, n.14543/2004. Esclusione dell'applicabilità dell' art.873 Cc nel caso di ampliamento di ostruzione non produttivo di modifiche della preesistente.

Ove sul confine con il fondo vicino preesista una costruzione, l'ampliamento di tale costruzione non produttivo di modifiche della preesistente sagoma di essa né in altezza né in larghezza sul fronte verso il confine non è assoggettabile al rispetto della distanza minima dal fabbricato vicino, prescritta dall'art. 873 del Cc e dalle norme regolamentari che lo integrano.

Commento

A ben diverse conclusioni la pronunzia sarebbe giunta qualora le modifiche apportate alla costruzione, ancorchè preesistente, fossero state tali da comportare un amplimento della sagoma frontistante il confine interessato. La detta attività non avrebbe potuto non importare il rispetto delle distenze legali per i manufatti aggiuntivi.

Aggiungi un commento