Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Vendita d'eredità e trascrizione



Le formalità pubblicitarie afferenti all'atto con il quale venga trasferita l'eredità (art.1542 cod.civ. ) ovvero una quota della stessa, sono variabili e dipendono strettamente dalla natura e qualità dei beni che si rinvengono nell'asse, seguendo la disciplina che la legge prevede per ciascuno di essi.

Così, se nell'eredità vi sono beni mobili registrati occorre provvedere alle necessarie trascrizioni e registrazioni (P.R.A., Registro Aeronautico). Qualora vi siano beni immobili sarà necessario dar corso alla trascrizione (art.2643 cod.civ. ) o all'intavolazione nota1.

A questo fine occorre sottolineare l'esigenza di una compiuta individuazione (anche a fini catastali) dei beni trasferiti, ciò che in concreto può creare notevoli problematiche con riferimento ad un atto negoziale il cui oggetto è costituito da un'universalità, nella propria genericità. Con riferimento a questo aspetto è significativo il modo di disporre del II comma dell'art.1543 cod.civ. apri, ai sensi del quale "il venditore è tenuto a prestarsi agli atti che sono necessari da parte sua per rendere efficace, di fronte ai terzi, la trasmissione di ciascuno dei diritti compresi nell'eredità". Così è possibile prospettare l'eventualità in cui le parti provvedano anche in un secondo tempo a porre in essere un atto di natura ricognitiva relativamente alla consistenza dei beni di compendio ereditario, proprio allo scopo di consentire non soltanto di accertare la natura ed il numero dei beni trasferiti, ma anche di perfezionare la fattispecie sotto il profilo pubblicitario (anche ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 2644 cod.civ. ) nota2. In caso di inerzia o di rifiuto dell'alienante, all'acquirente non resterà altro se non adire l'autorità giudiziaria affinchè emetta idonea sentenza dichiarativa.

Note

nota1

Cfr. Rubino, La compravendita, in Tratt. dir.civ. e comm., diretto da Cicu-Messineo, vol.XXIII, Milano, 1971, p.149.
top1

nota2

Si tratta di un atto di individuazione dei beni (Capozzi, Dei singoli contratti, Milano, 1988, p.190).
top2

Bibliografia

  • CAPOZZI, Compravendita, riporto, permuta, contratto estimatorio, somministrazione, locazione, Milano, Dei singoli contratti, 1988
  • RUBINO, La compravendita , Milano, Tratt.dir.civ. e comm. già dir. da Cicu-Messineo, e continuato da Mengoni vol.XVI, 1971

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Vendita d'eredità e trascrizione
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Vendita d'eredità e trascrizione"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto