Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Tribunale di Roma del 2002 (30/01/2002)


La raccolta ed il trattamento dei dati personali degli acquirenti di apparecchi televisivi, delegati dall'agenzia delle entrate alla Rai Tv, costituiscono attività oltre all'adempimento delle finalità istituzionali dell'agenzia. È di conseguenza, suscettibile di recare un pregiudizio irreparabile, e ne va quindi sospesa l'efficacia in via cautelare, il provvedimento con il quale il garante per la tutela dei dati personali ha inibito alla Rai di acquisire, dai rivenditori di apparecchi radiotelevisivi, le generalità degli acquirenti, al fine di contrastare l'evasione dell'obbligo di pagamento del canone.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Tribunale di Roma del 2002 (30/01/2002)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto