Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Tribunale di Reggio Emilia del 1994 (10/08/1994)


Nella società in nome collettivo, il potere del liquidatore di richiedere somme ai soci per il pagamento dei debiti sociali non è condizionato ad una insufficienza dell'attivo patrimoniale, ma alla mancanza di fondi disponibili; peraltro, l'esercizio di tale potere non è subordinato alla dimostrazione della insufficienza dei fondi.Le richieste di somme ai soci, effettuate dal liquidatore per il pagamento dei debiti sociali, ricadono sotto la disciplina di cui all'art. 2280, secondo comma, codice civile, con la conseguenza che appare fuori luogo il richiamo del socio, richiesto del versamento, all'art. 2304, codice civile, in tema di beneficium excussionis .

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Tribunale di Reggio Emilia del 1994 (10/08/1994)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto