Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Tribunale di Milano del 1992 (26/03/1992)


L' art. 1130 codice civile attribuisce all' amministratore una serie di poteri-doveri. In particolare egli è tenuto a disciplinare l' uso delle cose e dei servizi comuni in modo da assicurare il miglior godimento a tutti i condomini ed è tenuto a compiere gli atti conservativi inerenti alle parti comuni dell' edificio. Egli quindi ha come suo preciso compito quello di operare in modo che le cose comuni non vengano danneggiate o deteriorate da alcuno e che i servizi possano funzionare.Può pertanto richiamare i condomini ad un corretto uso dei detti beni e, qualora rilevi invece, delle scorrettezze deve operare in modo da porvi rimedio.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Tribunale di Milano del 1992 (26/03/1992)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto