Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Tribunale di Mantova del 2005 (09/06/2005)


Non sussiste ragione per ritenere che il nuovo disposto dell'art. 2504 bis c.c., che prevede che la societa` incorporante assuma i diritti e gli obblighi dell'incorporata, proseguendo in tutti i rapporti anche processuali anteriori alla fusione, deroghi ai principi generali relativi all'interruzione del processo, atteso che con la fusione il soggetto giuridico incorporato ha necessariamente perso la capacita` processuale, dovendo assimilarsi il fenomeno estintivo della persona giuridica alla morte della persona fisica, con la conseguenza che, nel caso in cui il procuratore abbia comunicato l'evento, si impone l'interruzione e la prosecuzione del giudizio nei confronti del successore a titolo universale.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Tribunale di Mantova del 2005 (09/06/2005)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto