Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Tribunale di Lecco del 2000 (17/06/2000)


Il notaio è tenuto al compimento degli accertamenti ipotecari in vista della stipula di un contratto di vendita immobiliare in quanto tale obbligo rientra nell'attività che, quale pubblico ufficiale, deve compiere nello svolgimento della prestazione d'opera intellettuale, secondo il criterio della diligenza media professionale. Tuttavia non incorre in colpa professionale il notaio che, nell'adempimento corretto della sua attività, non rileva l'esistenza di iscrizioni ipotecarie a causa dei ritardi nell'aggiornamento dei Registri immobiliari, in quanto ad esso non sono imputabili le disfunzioni della Conservatoria.

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Tribunale di Lecco del 2000 (17/06/2000)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto