Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Tribunale di Genova del 1998 (27/02/1998)


Anche in seguito alla sentenza n. 1/1998 della Corte costituzionale - che ha dichiarato costituzionalmente illegittimo l'art. 2751 bis, n. 2, c.c. limitatamente alla parola "intellettuale", con la conseguente estensione del privilegio ad ogni prestatore d'opera anche non intellettuale -, il credito del liquidatore di società vantato a titolo di compenso per l'opera svolta non è assistito dal privilegio di cui all'art. 2751 bis, n. 2, dal momento che i liquidatori si collocano nella società secondo un rapporto di immedesimazione organica, costituendone un organo necessario, e nella loro attività non sono ravvisabili i tratti salienti della prestazione d'opera (intellettuale o meno) quali la piena autonomia, discrezionalità e soprattutto alterità rispetto al soggetto beneficiario della prestazione.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Tribunale di Genova del 1998 (27/02/1998)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto