Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Trascrivibilità della rinunzia al legato



Quando il legato abbia ad oggetto diritti reali immobiliari, ci si pone il problema relativo alla assoggettabilità della rinunzia a trascrizione. E' chiaro che ciò presuppone risolto in senso positivo il nodo logicamente prioritario dell'assoggettamento a forma scritta della rinunzia alla disposizione a titolo particolare.

Un'isolata e minoritaria opinione afferma che detta rinunzia non sarebbe soggetta ad alcuna forma di pubblicità, giacché l'interesse dei terzi si specificherebbe solo nella necessità di sapere quando sia avvenuto l'acquisto in capo al legatario nota1. Per effetto del rifiuto espresso da costui il bene non sarebbe mai entrato nel di lui patrimonio. Chi invece ritiene trattarsi di una vera e propria rinunzia ad un diritto già acquisito ritiene necessaria la trascrizione ai sensi dell'art.2643, n. 5, cod.civ. al fine di rendere edotti i terzi del venir meno del diritto legato nota2.

E' forse preferibile aderire alla diversa visuale secondo cui la pubblicità dovrebbe essere effettuata ai sensi dell'art. 2655 cod.civ., con annotazione a margine della trascrizione dell'acquisto, solo ove quest'ultima sia stata già in precedenza eseguita sulla base di un estratto autentico del testamento, come richiesto dall'art. 2648 cod.civ. nota3. Solo nel caso non fossero state eseguite le formalità di cui all'art. 2648 cod.civ., non sarebbe necessaria la trascrizione della rinunzia.

Note

nota1

Barassi, Le successioni per causa di morte, Milano, 1944, p.462; Ferri, Rinunzia e rifiuto nel diritto privato, Milano, 1960, p.37.
top1

nota

nota2

Capozzi, Successioni e donazioni, Milano, 2002, p.636.
top2

nota3

In tal senso Trabucchi, voce Legato, in N.mo Dig.it., p.617; Masi, Dei legati, in Comm.cod.civ., a cura di Scialoja-Branca, Bologna-Roma, 1979, p.14 e, da ultimo, Gazzoni, La trascrizione immobiliare, vol.I, in Comm.cod.civ., diretto da Schlesinger, Milano, 1991, p. 227.
top3

Bibliografia

  • BARASSI, Le successioni per causa di morte, Milano, 1944
  • FERRI, Rinunzia e rifiuto nel diritto privato, Milano, 1960
  • GAZZONI, La trascrizione immobiliare, Milano, Comm.cod.civ. dir. Schlesinger, I, 1991
  • MASI, Dei legati, Bologna - Roma, Comm.cod.civ. a cura di Scialoja e Branca, 1979
  • TRABUCCHI, Legato (diritto civile), N.mo Dig. it.

Prassi collegate

  • Quesito n. 78-2015/A, Svizzera – successioni – pubblicazione del testamento all’estero

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Trascrivibilità della rinunzia al legato
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Trascrivibilità della rinunzia al legato"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto