Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Transigibilità dell'obbligazione naturale



Vivamente discusso è il tema della possibilità che un' obbligazione naturale rientri nella dinamica di un accordo transattivo. V'è chi nega questo esito, osservando che l'incoercibilità diretta del vincolo afferente all'obbligazione naturale eliminerebbe radicalmente la possibilità che si instaurasse una lite a questo riguardo. Ciò, come è evidente, eliminerebbe la ragion d'essere della transazionenota1 .

Potrebbe farsi eccezione a questa regola solamente nell'ipotesi in cui la lite avesse ad oggetto proprio la qualificazione dell'obbligazione come naturale piuttosto che civile, fornita, in quanto tale, di azione. In questo caso infatti la transazione non investe in modo diretto un obbligo incoercibile, bensì la questione, logicamente prioritaria, della natura di esso nota2.

La risposta al quesito dipende in una qualche misura dalla questione della novabilità dell'obbligazione naturale. Se al problema si risponde in senso negativo, analogamente occorrerà concludere sul punto qui in esame. In altri termini, l'obbligazione naturale non possiede i requisiti per essere dedotta in un accordo che, per la sua giuridica vincolatezza, possiede una differente natura nota3 .

Note

nota1

In questo senso Santoro-Passarelli, La transazione, Napoli, 1986, p.120, per il quale mancando l'azione volta a far valere l'obbligazione naturale non potrebbe neppure sussistere una pretesa all'adempimento ed una conseguente lite da transigere.
top1

nota2

Valsecchi, Il gioco e la scommessa, la transazione, in Trattato diritto civile e commerciale, dir. da Cicu e Messineo, Milano, 1986, p.120.
top2

nota3

L'opinione contraria è sostenuta da chi ritiene (Gitti, L'oggetto della transazione, Milano, 1999, p.167) che l'obbligazione naturale, anche se non azionabile, sia comunque giuridicamente rilevante. Ciò basterebbe perchè essa possa essere oggetto di novazione e di transazione. Il problema a questo punto si focalizza sulla valutazione della natura giuridica dell'accordo transattivo che ne è scaturito. Se cioè da tale  transazione sorga un'obbligazione civile o un'altra obbligazione naturale.
top3

 

Bibliografia

  • GITTI, L'oggetto della transazione, Milano, 1999
  • SANTORO PASSARELLI, La transazione, Napoli, 1986
  • VALSECCHI, Il giuoco e la scommessa. La transazione, Milano, Trattato Cicu-Messineo, XXXVII, 1986

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Transigibilità dell'obbligazione naturale
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Transigibilità dell'obbligazione naturale"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto