Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Struttura del rapporto obbligatorio




Come può essere più in generale riferito di ogni rapporto giuridico, anche in tema di rapporto obbligatorio sono elementi strutturali i soggetti e l' oggetto nota1: il tutto è misurato dalla natura della situazione giuridica soggettiva che costituisce la scansione ad un tempo dei diritti, dei poteri, delle facoltà del soggetto attivo e dei doveri, delle obbligazioni del soggetto passivo. Nell'ambito del rapporto obbligatorio questo aspetto si concreta nel riferimento al diritto soggettivo ed all'obbligazione.

In sede di disamina dell'elemento oggettivo assumeremo in considerazione la possibile ambiguità terminologica tra contenuto ed oggetto del rapporto obbligatorio.

Per quanto attiene alla figura soggettiva del creditore e del debitore si assumeranno in considerazione da un lato le eventualità dell'incapacità di agire di essi, la possibilità della sostituzione di essi con ulteriori soggetti e le condizioni a cui ciò può avvenire, dall'altro la eventuale pluralità soggettiva (obbligazioni solidali).

Note

nota1

Circa la natura complessa del rapporto obbligatorio cfr. Bianca, Diritto civile, vol. IV, Milano, 1998, p. 3.
top1

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Struttura del rapporto obbligatorio
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Struttura del rapporto obbligatorio"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto