Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Spese della permuta



L'art. 1554 cod.civ. prevede una speciale disciplina delle spese della permuta che si discosta rispetto a quella della vendita (art.1475 cod.civ., ai sensi del quale le spese sono imputate alla parte acquirente). Salvo patto contrario, infatti, le spese del contratto e le altre accessorie sono a carico dei contraenti in parti uguali.

La ratio della disposizione è chiara: la posizione dei contraenti nella permuta è simmetricamente analoga. Ciascuno di essi (prescindendo dall'erogazione degli eventuali conguagli in denaro) è acquirente del bene trasferito dall'altra parte. Così dovranno essere divisi gli esborsi afferenti le imposte (di registro, catastali, di trascrizione), le spese notarili e quelle tecniche (in relazione alle quali per lo più avranno modo di registrarsi accordi difformi: si pensi alle spese di frazionamento catastale, etc.) nota1. Ipotesi particolare è quella della permuta effettuata da parti assoggettate a regimi fiscali difformi, come accade quando un imprenditore, le cui alienazioni debbano essere assoggettate ad IVA, ceda a titolo di permuta un bene ad un soggetto sprovvisto di tale qualità (la cui cessione risulta pertanto da sottoporre ad imposta di registro). Le due imposizioni fiscali, aventi differente natura (l'una diretta, l'altra indiretta) non possono infatti compensarsi, dovendo ciascuna delle parti corrispondere le somme dovute per il trasferimento secondo il regime impositivo che le è proprio nota2 .

Note

nota1

Così Luminoso, I contratti tipici ed atipici, in Tratt. dir.priv., a cura di Iudica-Zatti, Milano, 1995, p.198.
top1

nota2

Cfr. Lombardi, Iva ed imposta di registro: ancora novità in tema di permuta tra soggetti passivi d'iva e privati, in Diritto e pratica tributaria, 1983, II, p.870; Giannatasio, La permuta. Il contratto estimatorio. La somministrazione, in Tratt. dir.civ. e comm., diretto da Cicu-Messineo, Milano, 1974, p.87.
top2

Bibliografia

  • GIANNATASIO, La permuta, il contratto estimatorio e la somministrazione, Milano, Tratt. dir. civ. e comm. diretto da Cicu-Messineo, vol. XXIV, t. 1, 1974
  • LOMBARDI, Iva e imposta di registro: ancora novità in tema di permuta tra soggetti passivi d'iva e privati, Diritto e pratica tributaria, II, 1983
  • LUMINOSO, I contratti tipici e atipici, Milano, Tratt.dir.priv.dir.da Iudica e Zatti, 1995

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Spese della permuta
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Spese della permuta"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto