Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Sottoscrizione al buio



La sottoscrizione al buio corrisponde alla condotta di colui che, senza curarsi del testo della dichiarazione che è riportata sul documento, lo firma in calce.



Come può essere valutato questo comportamento? E' infatti palese che l'apposizione della sottoscrizione ad una scrittura possiede l'oggettivo significato dell'appropriazione del contenuto di essa. A questa regola non si sottrae neppure l'ipotesi in esame: conseguentemente anche colui che abbia sottoscritto un documento al buio, senza leggerlo, di norma non può non essere ritenuto vincolato alle convenzioni ed alle obbligazioni che vi si trovano contenutenota1 .

A ben vedere è possibile ipotizzare due casi distinti.

Un conto è la condotta di colui che firma un documento senza leggerlo per semplice leggerezza o ignoranza; altra cosa è sottoscrivere convinti che il testo corrisponda ad un contenuto noto o in quanto già letto o in quanto ci si fida dell'altra parte, la quale assicura che le clausole hanno un determinato contenuto che poi si palesa differente.

Nella prima ipotesi il principio di autoresponsabilità implica che il sottoscrittore non possa pentirsi o in alcun modo contestare la vincolatività di quanto emerge dal documentonota2. Nella seconda si tratta in definitiva di valutare l'espressione del consenso di colui che ha sottoscritto il testo alla stregua della normativa in tema di vizi della volontà, con particolare riferimento all'errore ed al dolo (quando l'errore in cui è caduto il sottoscrittore dipende dall'ingannevole condotta dell'altra parte). La conseguenza non potrà che essere l'eventuale annullabilità in base alle regole che disciplinano gli istituti in esame (si pensi al tenore di clausole "a sorpresa" contenute in un testo sottosposto da una parte all'altra con l'assicurazione che il contenuto corrisponda agli accordi presi in precedenza, in realtà completamente diversi)nota3.

Note

nota1

Gazzoni, Manuale di dir.priv., Napoli, 1996, p.865.
top1

nota2

Conforme Bianca, Diritto civile, vol.III, Milano, 2000, p.291.
top2

nota3

Così anche Liserre-Jarach, Forma, in Il contratto in generale, t.3, in Trattato di dir.priv., vol.XIII, Torino, 1999, p.457.
top3

 

 

Bibliografia

  • LISERRE-JARACH, Forma. Il contratto in generale, Torino, Tratt. dir. priv., XIII, 1999

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Sottoscrizione al buio
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Sottoscrizione al buio"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto