Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Regio Decreto del 1942 numero 929 art. 29


abrogato
[1. L'esame della domanda, della quale sia stata riconosciuta la regolarità formale, è rivolto ad accertare:
1° se può trovare applicazione l'art. 2 di questo decreto, quando si tratta di marchi collettivi;
2° se la parola, figura o segno possono essere registrati come marchio a norma degli articoli 16, 17, comma 1, lettera a), 18, comma 1, lettere a), b), c), d), e) e 21 (Numero così sostituito dall'art. 29, D.Lgs. 4 dicembre 1992, n. 480;
3° se concorrono le condizioni di cui all'articolo 23;
4° se, nell'ipotesi di cui all'art. 24, concorrono le condizioni volute dalle Convenzioni internazionali.
2. Qualora non si riscontrino le condizioni sopra indicate, l'Ufficio italiano brevetti e marchi respinge la domanda.
(Comma così sostituito dall'art. 29, D.Lgs. 4 dicembre 1992, n. 480)]

Il presente decreto è stato abrogato dall'art. 246, D.Lgs. 10 febbraio 2005, n. 30.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Regio Decreto del 1942 numero 929 art. 29"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto