Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Regio Decreto del 1933 numero 1775 art. 36


Per le concessioni di derivazioni d'acqua a uso promiscuo di
irrigazione e di bonificazione, il canone è ridotto alla metà di
quello stabilito per la irrigazione senza obbligo di restituzione
delle colature o residui di acqua, ed al quinto per quelle aventi per
unico scopo la bonificazione per colmata.
Alle concessioni di derivazione ad uso promiscuo di irrigazione e
di forza motrice si applica il canone più elevato. Se l'uso promiscuo
riguarda una parte dell'acqua derivata, il canone più elevato si
applica a questa parte soltanto e all'altra il canone normale.
Per le concessioni a scopo di irrigazione delle acque termali, il
cui uso è limitato dall'equinozio di autunno a quello di primavera,
il canone è ridotto alla metà.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Regio Decreto del 1933 numero 1775 art. 36"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto