Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Reciprocità delle concessioni



La caratteristica fondamentale del negozio transattivo, l'elemento qualificante che ne sostanzia il sinallagma, consiste nella reciprocità delle concessioni.

Le parti devono avvicinarsi l'una all'altra rispetto alle originarie contrapposte pretese, rinunziando a portare fino in fondo il proprio punto di vista. La nozione di "concessione" è assai comprensiva. Si può trattare dell'abbandono parziale o totale di uno o più elementi di contestazione, ma è altresì possibile che le parti costituiscano, modifichino o estinguano anche rapporti differenti da quelli relativi alla res litigiosa in senso stretto (c.d. transazione "mista"). Tizio assume di vantare a titolo di servitù il diritto di passare sul terreno di Caio mentre quest'ultimo nega che detto diritto sia mai esistito. Tizio e Caio si accordano nel senso che quest'ultimo versi ratealmente una somma di denaro a Tizio che, a propria volta, rinunzia al preteso diritto di passo.

Stante la fondamentale importanza della reciprocità della concessioni, elemento che informa di sé la causa del negozio transattivo, essa non può mai fare difetto nota1.

Quando una soltanto delle parti ha effettuato concessioni, non si sfugge ad un'alternativa: o la transazione è irrimediabilmente viziata di invalidità (potendosi a questo proposito fare rinvio a quanto si dirà in tema di nullità della transazione) o non di transazione trattasi, bensì di rinunzia o di altra fattispecie negoziale (accordo remissorio, datio in solutum)nota2.

Note

nota1

In questo senso Santoro-Passarelli, La transazione, Napoli, 1986, p.13, per il quale le reciproche concessioni costituiscono il tratto caratteristico della transazione.
top1

nota2

D'Onofrio, Della transazione, in Comm.cod.civ., a cura di Scialoja e Branca, Bologna-Roma, 1959, p.195 e Valsecchi, Il giuoco e la scommessa. La transazione, in Trattato di dir.civ. e comm., dir. da Cicu e Messineo, vol.XXXVII, 1986, p.179.
top2

 

 

Bibliografia

  • D'ONOFRIO, Della transazione, Bologna - Roma, Comm.cod.civ. a cura di Scialoja e branca, 1959
  • SANTORO PASSARELLI, La transazione, Napoli, 1986
  • VALSECCHI, Il giuoco e la scommessa. La transazione, Milano, Trattato Cicu-Messineo, XXXVII, 1986

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Reciprocità delle concessioni
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Reciprocità delle concessioni"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto