Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Prescrizione dell'azione di impugnazione del testamento




Il testamento può essere impugnato per svariate ragioni: viene anzitutto in considerazione il difetto di capacità legale o naturale (art.591 cod.civ. ). La volontà testamentaria può inoltre aver subito aberrazioni durante il processo formativo, a causa di vizi del volere (art.624 cod.civ.). Vengono infine in considerazione gli ulteriori vizi di carattere formale che, pur non dando luogo all'estrema conseguenza della nullità (in relazione alla quale non si pongono certo problemi di prescrizione dell'azione volta a farla valere), comunque producono un'alterazione patologica invalidante (art.606 cod.civ.).

In tutti questi casi la legge ha opportunamente disposto un termine prescrizionale omogeneamente determinato nella misura di cinque anni, sia pure tenuto conto delle divergenze che si possono registrare in relazione al dies a quo di decorrenza, ciò che verificheremo analizzando ciascuna delle ipotesi specifiche.

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Prescrizione dell'azione di impugnazione del testamento
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Prescrizione dell'azione di impugnazione del testamento"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto