Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Pagamento effettuato con cose altrui




Ai sensi dell'art. 1192 cod. civ. , nell'ipotesi in cui il debitore abbia eseguito il pagamento con cose di cui non poteva disporre (dunque non appartenentigli), il creditore che le ha ricevute in buona fede può impugnare il pagamento ed ha il diritto al risarcimento del danno. Analoga facoltà di impugnativa è invece negata al debitore, salvo il caso in cui offra di eseguire la prestazione dovuta con cose delle quali vanta la disponibilità.

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Pagamento effettuato con cose altrui
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Pagamento effettuato con cose altrui"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto