Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Nullità del contratto d'opera professionale per difetto di iscrizione all'albo




Ai sensi dell'art.2231 cod.civ., non è data azione a colui che intenda essere retribuito per lo svolgimento di un'attività professionale in relazione allo svolgimento della quale occorra l'iscrizione in un albo o elenco.

Cosa riferire dell'eventuale accordo concluso tra cliente ed il soggetto sfornito del titolo abilitativo che gli consenta l'iscrizione nell'albo professionale? Al riguardo la giurisprudenza ha assunto una posizione di particolare rigore. Si reputa, in particolare, che la natura imperativa della norma citata non possa non indurre la nullità del patto contrastante con essa. E' stato così giudicato nullo il contratto concluso tra mero praticante avvocato e cliente, pur concernente prestazioni di tipo preparatorio rispetto all'attività giudiziale (Cass. Civ. Sez.II, 3740/07 ).

News collegate

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Nullità del contratto d'opera professionale per difetto di iscrizione all'albo
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Nullità del contratto d'opera professionale per difetto di iscrizione all'albo"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto