Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Nozione e causa del contratto di somministrazione



L'art. 1559 cod.civ. descrive la somministrazione come "il contratto con il quale una parte si obbliga, verso il corrispettivo di un prezzo , a eseguire, a favore dell'altra, prestazioni periodiche o continuative di cose".

La causa del contratto di somministrazione può pertanto essere individuata nello scambio tra prestazioni periodiche o continuative verso la corresponsione di un prezzo in denaro nota1.

Quello che più conta è porre in luce che le singole prestazioni, pur potendo essere distinte l'una rispetto all'altra (nel caso di periodicità, non in quello di continuatività) evidenziando una autonomia dal punto di vista materiale, sono invece avvinte da una considerazione unitaria nell'ambito funzionale del contratto, dal momento che soltanto nella globalità di esse è possibile realizzare l'intento pratico che i contraenti si sono riproposti nota2. Se la società Alfa si è obbligata nei confronti della società Beta a fornire ogni dieci giorni una certa quantità di combustibile per rifornire un altoforno che deve funzionare ininterrottamente è chiaro che soltanto la continuità delle prestazioni può realizzare lo scopo programmato. Non si intende cioè soddisfare un'esigenza episodica del somministrato che, diversamente, avrebbe stipulato una singola fornitura, un singolo acquisto di materiale. In questo appunto la somministrazione si distingue dalla vendita, anche quando quest'ultima dovesse dedurre una pluralità di consegne ripartite.

Notevole rilevanza possiede il modo di disporre dell'art.1570 cod.civ., ai sensi del quale alla somministrazione si può fare applicazione, previa valutazione di compatibilità con le disposizioni specificamente per essa dettate, anche delle regole che disciplinano il contratto a cui corrispondono le singole prestazioni. Per questa via si evidenzia un evidente aspetto composito della causa tipica del contratto, che viene a combinarsi variamente con la vendita, la locazione, l'appalto, etc. nota3 .

Non può essere escluso che la somministrazione abbia ad oggetto erogazioni che non rinvengano da parte del somministrato un corrispettivo (somministrazione gratuita): in questa ipotesi si avrà a che fare con una negoziazione atipica che assumerà le connotazioni della donazione (somministrazione di consumo) ovvero del comodato (somministrazione d'uso).

Note

nota1

Cottino, Del contratto estimatorio e della somministrazione, in Comm.cod.civ., Scialoja-Branca, Bologna-Roma, 1970, p.80 e Giannattasio, La permuta, il contratto estimatorio e la somministrazione, Milano, 1960, p.232.
top1

nota2

Capozzi, Dei singoli contratti, Milano, 1988, p.276.
top2

nota3

In questo senso Cagnasso, La somministrazione, in Trattato di dir.priv., dir. da Rescigno, vol.XI, Torino, 1984, p.411, il quale precisa che il modo di disporre della norma non fa venir meno l'autonomia del contratto di somministrazione, semplicemente consentendo che le concrete stipulazioni possano essere caratterizzate da una disciplina eterogenea in dipendenza della natura delle prestazioni oggetto della somministrazione. Tale natura sarebbe idonea ad influire anche sull'elemento causale, sicché si potrebbe parlare di una "causa complessa, costituita da elementi costanti ed elementi variabili" (così Luminoso, I contratti tipici ed atipici, in Trattato di dir.priv., a cura di Iudica e Zatti, Milano, 1995, p. 232).
top3

Bibliografia

  • CAGNASSO, La somministrazione, Torino, Tratt.dir.priv.dir.da Rescigno, 1984
  • CAPOZZI, Compravendita, riporto, permuta, contratto estimatorio, somministrazione, locazione, Milano, Dei singoli contratti, 1988
  • COTTINO, Del contratto estimatorio e della somministrazione, Bologna-Roma, Comm. cod.civ. diretto da Scialoja-Branca, 1970
  • GIANNATASIO, La permuta, il contratto estimatorio e la somministrazione, Milano, Tratt. dir. civ. e comm. diretto da Cicu-Messineo, vol. XXIV, t. 1, 1974
  • LUMINOSO, I contratti tipici e atipici, Milano, Tratt.dir.priv.dir.da Iudica e Zatti, 1995

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Nozione e causa del contratto di somministrazione
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Nozione e causa del contratto di somministrazione"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto