Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Mandato oneroso e mandato a titolo gratuito



Il mandato si presume conferito a titolo oneroso (art. 1709, cod.civ. )nota1. Quando il compenso del mandatario non sia stato stabilito dalle parti, viene determinato secondo le tariffe professionali o gli usi o, in mancanza, ad opera del giudice.

Il corrispettivo può essere variamente stabilito. Ordinariamente esso consiste in una somma di denaro commisurata ai parametri di cui alla norma in esame. L'ammontare può essere tuttavia previsto anche a priori, a forfait ovvero a percentuale sull'affare da compiersi  nota2. Il compenso può anche consistere in utilità diverse dal denaro, quale l'attribuzione di un diritto personale di godimento (Cass. Civ. Sez. I, 922/1977 ). Il mandatario non è ordinariamente tenuto a garantire il buon esito dell'affare, ad eccezione di una espressa previsione in questo senso.

La presunzione di onerosità qui in esame può essere vinta in base a qualsiasi elemento (quale ed esempio le circostanze nelle quali l'incarico è stato conferito, la qualità delle parti, etc. (Cass. Civ. Sez. III, 605/1980  Cass. Civ.Sez. II, 3233/1982 ).

In tutte le ipotesi in cui il mandato sia a titolo gratuito non si può dire che si abbia nè una donazione diretta nè una liberalità indiretta: non sussiste infatti tecnicamente un arricchimento del mandante ed un correlativo depauperamento del mandatario nota3.

nota1

La presunzione di onerosità del mandato si oppone alla disciplina del previgente codice civile che, in conformità alla tradizione, concepiva il mandato come contratto prettamente gratuito.
top1

Note

nota2

Cfr. Alcaro (a cura di), Il mandato, Milano, 2000, p.22.
top2

nota3

Così Luminoso, Mandato, commissione, spedizione, in Trattato di dir.civ. e comm., dir. da Cicu-Messineo e continuato da Mengoni, vol.XXXII, Milano,1984, p.145.
top3

 

Bibliografia

  • ALCARO, Il mandato, Milano, 2000
  • LUMINOSO, Mandato, commissione, spedizione, Milano, Tratt. dir. civ. e comm. diretto da Cicu-Messineo, vol. XIII, 1984

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Mandato oneroso e mandato a titolo gratuito
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Mandato oneroso e mandato a titolo gratuito"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto