Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Mancata conversione del decreto-legge 22 novembre 2015, n. 183, recante Disposizioni urgenti per il settore creditizio


Il decreto-legge 22 novembre 2015, n. 183, recante: «Disposizioni urgenti per il settore creditizio», non e' stato convertito in legge nel termine di sessanta giorni dalla sua pubblicazione, avvenuta nella Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 273 del 23 novembre 2015.

Si comunica che, ai sensi dell'art. 1, comma 854, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, pubblicata nel supplemento ordinario n. 70/L alla Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 302 del 30 dicembre 2015, «Restano validi gli atti e i provvedimenti adottati e sono fatti salvi gli effetti prodottisi e i rapporti giuridici sorti sulla base del medesimo decreto-legge n. 179 del 2015».

Documenti collegati

  • Comunicato del Ministero della Giustizia: la mancata conversione del d.l. 22 novembre 2015, n. 183 (c.d. decreto salva-banche), nota di approfondimento del CNN

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Mancata conversione del decreto-legge 22 novembre 2015, n. 183, recante Disposizioni urgenti per il settore creditizio
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Mancata conversione del decreto-legge 22 novembre 2015, n. 183, recante Disposizioni urgenti per il settore creditizio"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto