Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Mancanza dell'atto di nomina (opponibilità dei limiti al potere dell'organo amministrativo nelle società per azioni)




Nell'ipotesi in cui non esista un atto di nomina dell'amministratore e temporaneamente nulla risulti dal registro delle imprese in relazione alla titolarità del potere rappresentanza (art. 2384 cod.civ. ), troverà applicazione la regola sulla rappresentanza contrattuale fatta salva, comunque, l'eventuale applicazione del principio di apparenza nota1. E' stato tuttavia rilevato come sia difficile invocare l'incolpevole affidamento da parte del terzo contraente ogniqualvolta sussista, come nel caso in esame, un meccanismo pubblicitario atto a palesare l'identità dei soggetti abilitati a spendere il nome dell'ente sociale.

Note

nota1

Cfr. Cass. Civ. Sez. II, 9902/95, in Corr. Giur., 1996, p. 671, con nota di Orestano, Apparenza colposa: riaffermazione di un principio in materia di rappresentanza di Spa.
top1

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Mancanza dell'atto di nomina (opponibilità dei limiti al potere dell'organo amministrativo nelle società per azioni)
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Mancanza dell'atto di nomina (opponibilità dei limiti al potere dell'organo amministrativo nelle società per azioni)"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto