Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Legge del 1975 numero 151 art. 58


L'art. 179 del codice civile è sostituito dal seguente:
<comunione e sono beni personali del coniuge:
a) i beni di cui, prima del matrimonio, il coniuge era
proprietario o rispetto ai quali era titolare di un diritto reale di
godimento;
b) i beni acquisiti successivamente al matrimonio per effetto di
donazione o successione, quando nell'atto di liberalità o nel
testamento non è specificato che essi sono attribuiti alla comunione;
c) i beni di uso strettamente personale di ciascun coniuge ed i
loro accessori;
d) i beni che servono all'esercizio della professione del
coniuge, tranne quelli destinati alla conduzione di un'azienda
facente parte della comunione;
e) i beni ottenuti a titolo di risarcimento del danno nonchè la
pensione attinente alla perdita parziale o totale della capacità
lavorativa;
f) i beni acquisiti con il prezzo del trasferimento dei beni
personali sopraelencati o col loro scambio, purchè ciò sia
espressamente dichiarato all'atto dell'acquisto.
L'acquisto di beni immobili, o di beni mobili elencati nell'art.
2683, effettuato dopo il matrimonio, è escluso dalla comunione ai
sensi delle lettere c), d) ed f) del precedente comma, quando tale
esclusione risulti dall'atto di acquisto se di esso sia stato parte
anche l'altro coniuge>>.

Documenti collegati

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Legge del 1975 numero 151 art. 58"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto