Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Legato di mantenimento




Nell'ampia previsione dell'art.670 cod.civ. , relativo al legato di prestazioni periodiche, deve senz'altro essere annoverata anche la disposizione a titolo particolare avente ad oggetto il mantenimento del beneficiario nota1.

E' il caso di rilevare come il concetto di mantenimento sia più vasto rispetto a quello degli alimenti: mentre questi ultimi comprendono soltanto quanto è necessario per vivere (sia pur tenuto conto del bisogno dell'alimentando e delle condizioni economiche dell'alimentante: cfr. art.438 cod.civ. ), il mantenimento è connotato da un contenuto più ampio, assicurando il soddisfacimento di esigenze ulteriori rispetto allo stretto necessario per vivere. Questo aspetto merita una disamina più approfondita che verrà condotta in modo specifico.

nota1

Note

nota1

Così Palazzo, Le successioni, in Tratt.dir.priv. a cura di Iudica-Zatti, Milano, vol.II, 2000, p.685. La nozione di mantenimento è mutuata dagli obblighi che per legge sono imposti a favore del coniuge al quale non sia addebitabile la separazione (art. 156 cod.civ.). in favore dei figli ed a carico di entrambi i genitore (artt. 147 e 148 cod.civ.).
top1

nota

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Legato di mantenimento
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Legato di mantenimento"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto