Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Le norme di governo dell'associazione riconosciuta




L'associazione riconosciuta appare modellata secondo una struttura che non può prescindere dall'esistenza, accanto all'organo esecutivo, di un organo deliberante, l'assemblea, formata da tutti gli associati. A questo proposito è possibile rammentare la nozione di articolazione organica che vale a connotare in generale le entità dotate di personalità giuridica.

L'ineliminabilità di un organo assembleare e di un organo amministrativo si sostanzia nell'inderogabilità  delle rispettive attribuzioni.  Per l'assemblea si tratterà delle modificazioni dell'atto costitutivo e dello statuto, della nomina e della revoca degli amministratori, dell'approvazione del bilancio annuale, dello scioglimento anticipato. Devono correlativamente ritenersi di competenza esclusiva all'organo amministrativo le decisioni operative, relative al compimento di singoli atti nota1.

La natura e l'attività dei singoli organi deve essere assunta in specifica considerazione.

Note

nota1

Questa contrapposizione netta delle rispettive attribuzioni è riscontrabile nella disciplina delle società di capitali. Pur non negandosi mai il concetto di articolazione organica inerente all'organizzazione interna della persona giuridica, essendo di conseguenza sempre necessaria la sussistenza sia di un organo assembleare che di un organo amministrativo, purtuttavia è possibile concepire una distinzione meno rigorosa delle loro attribuzioni. Infatti se, come già detto, in un'articolazione minimale è possibile che un organo assembleare determini la volontà della persona giuridica ed un organo amministrativo esegua tale volontà, allora si potrà ammettere che nella fattispecie associazione riconosciuta, l'assemblea eventualmente si sostituisca nella deliberazione di determinati atti agli amministratori, relegandosi questi ultimi ad organo meramente esecutivo, pur se egualmente necessario. Tale opinione sembra essere condivisa p.es. da Bianca, Diritto civile, vol. I, Milano, 1990, p.328.
top1

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Le norme di governo dell'associazione riconosciuta
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Le norme di governo dell'associazione riconosciuta"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto