Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Le componenti del danno risarcibile




L'art. 1223 cod.civ. prescrive che il risarcimento del danno deve comprendere così la perdita subita dal creditore come il mancato guadagno. La prima espressione evoca ciò che comunemente viene appellato come "danno emergente", la seconda come "lucro cessante"nota1 .

Nell'ambito di questi componenti risulta di grande rilevanza l'analisi di singoli aspetti relativi sia ai riflessi futuri del danno (i c.d. danni futuri) sia ad un pregiudizio speciale, che si evidenzia in rapporto alla perdita di valore della moneta, misuratore di scambio dei beni sul mercato: il danno derivante dall'intervenuta svalutazione monetaria.

Note

nota1

Messineo, Manuale di diritto civile e commerciale, vol.III°, Milano, 1959, p.339.
top1

 

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Le componenti del danno risarcibile
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Le componenti del danno risarcibile"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto