Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

La fusione di fatto e la fusione tra società ed imprese individuali




La fusione di fatto è inevitabilmente incompatibile con le varie forme di pubblicità imposte dal nostro legislatore con riferimento all'istituto dalla fusione. Nella stessa relazione al codice civile, si afferma che "le formalità di pubblicità sono state sancite proprio al fine di stroncare il fenomeno della fusione di fatto".

È da escludersi inoltre la possibilità di una fusione fra società ed imprese individuali: non è un caso che il codice civile, nell'indicare i soggetti partecipanti a tale operazione, parli costantemente ed esclusivamente, di "società". A tal proposito la S.C., ha affermato che "il principio dell'autonomia negoziale e della libertà contrattuale non può giustificare in materia societaria una trasformazione atipica: pertanto tra una azienda individuale e una società per azioni non vi può essere fusione, ma solo conferimento in natura da parte del titolare dell'azienda con conseguente modificazione dell'atto costitutivo della società per azioni ed aumento di capitale" nota1.
top

nota



nota1

Note

nota1

Cass. Civ. Sez. I, 3844/76 .
top1

nota

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

La fusione di fatto e la fusione tra società ed imprese individuali
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "La fusione di fatto e la fusione tra società ed imprese individuali"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto