Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Il credito



Il diritto di credito si distingue nell'ambito dei diritti soggettivi per il contenuto delle situazioni giuridiche soggettive attiva e passiva facenti capo ai soggetti coinvolti nel rapporto giuridico.

A differenza di quanto si ha modo di riscontrare nei diritti assoluti (ad es. in tema di diritti reali), il diritto di credito non comporta un agere licere del soggetto in relazione all'oggetto del rapporto, inteso come possibilità di attingere immediatamente alle utilità che l'oggetto è in grado di assicurare. Il raggiungimento di questa utilità è mediata per il tramite della condotta di un soggetto: il debitore, vale a dire il termine passivo del rapporto nota1.

Il creditore non può cioè conseguire autonomamente il soddisfacimento del proprio interesse: ciò dipende dalla condotta del debitore, il quale è per l'appunto obbligato a tenere un determinato comportamento il cui risultato pratico si sostanzia nell'adempimento nota2.

Qualora questo non segua, l'ordinamento giuridico attribuisce al creditore la possibilità di difendersi per mezzo di un'azione.

Il risultato pratico dell'esercizio dell'azione a difesa del diritto violato non importa il raggiungimento diretto del risultato cui si sarebbe pervenuti nel caso in cui fosse subentrato l'esatto adempimento, bensì una richiesta formulata al giudice affinchè costui ponga in essere strumenti atti ad assicurare un ristoro per lo più inteso a valere come equivalente rispetto al valore della prestazione inadempiuta, ristoro da porre a carico del patrimonio del debitore ed a favore del creditore.

Note

nota1

Cfr. Bigliazzi Geri, Breccia, Busnelli, Natoli, Istituzioni di diritto civile, Genova, 1978, p.312; Santoro-Passarelli, Dottrine generali del diritto civile, Napoli, 1997, p.71.
top1

nota2

Si parla infatti in generale di pretesa all'adempimento. Così, tra gli altri, Bianca, Diritto civile, vol. IV, Milano, 1998, p.39.
top2

 

 

Bibliografia

  • SANTORO PASSARELLI, Dottrine generali del diritto civile, Napoli, 2002

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Il credito
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Il credito"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto