Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

I.I.2 - Definizione di mero gradimento


Massima

1° pubbl. 9/04

Costituisce clausola di mero gradimento rimettere al potere discrezionale dei soggetti di cui all’art. 2469 cod. civ. la facoltà di concedere o meno il gradimento all’alienazione delle partecipazioni senza dettare condizioni specifiche oggettive alle quali subordinare il gradimento ed affidando quindi il giudizio alla discrezionalità dei soggetti preposti al gradimento.

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

I.I.2 - Definizione di mero gradimento
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "I.I.2 - Definizione di mero gradimento"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto