Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

H.D.11 - Consiglio di gestione - sostituzione - ammissibilità della clausola statutaria simul stabunt simul cadent


Massima

1° pubbl. 9/06

Non appare contraria al rispetto dei caratteri tipologici del sistema dualistico di amministrazione e controllo, nè alla imperatività della norma sulla competenza della nomina dei componenti del consiglio di gestione in capo al consiglio di sorveglianza, l'introduzione nello statuto di una clausola che preveda per il caso della cessazione di taluni dei componenti del consiglio di gestione il venir meno di tutti i componenti di esso.
Infatti anche nell’ambito del sistema dualistico può avvertirsi l’esigenza a soddisfare la quale è diretta una clausola simul stabunt simul cadent, ossia garantire che un determinato equilibrio all’interno dell’organo gestorio venga mantenuto per tutto l’arco del mandato, anche nel caso del venir meno di taluni suoi componenti.

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

H.D.11 - Consiglio di gestione - sostituzione - ammissibilità della clausola statutaria simul stabunt simul cadent
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "H.D.11 - Consiglio di gestione - sostituzione - ammissibilità della clausola statutaria simul stabunt simul cadent"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto