Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Forma ad substantiam delle convenzioni matrimoniali



Ai sensi dell'art. 162 cod.civ., le convenzioni matrimoniali (separazione dei beni, costituzione di comunione convenzionale, costituzione di fondo patrimoniale) debbono essere stipulate per atto pubblico sotto pena di nullità nota1 . Tale previsione normativa deve essere integrata, similmente a quanto avviene per le donazioni, dal combinato disposto degli artt. 47 e 48 l.n., norme ai sensi delle quali è necessaria l'assistenza dei testimoni.

Note

nota1

La ratio della prescrizione della forma solenne dell'atto pubblico è comunemente indicata nella esigenza di assicurare, mediante l'intervento del notaio, la piena libertà dei coniugi, evitando illegittime influenze esterne che possano nuocere alla spontaneità degli accordi, nonché di assicurare la regolarità delle stipulazioni (cfr. Santosuosso, Delle persone e della famiglia: il regime patrimoniale della famiglia, t.1, Torino, 1984, p.903).
top1

Bibliografia

  • SANTOSUOSSO, Delle persone e della famiglia: il regime patrimoniale della famiglia, Torino, I, 1984

Vedi anche

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Forma ad substantiam delle convenzioni matrimoniali
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Forma ad substantiam delle convenzioni matrimoniali"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto