Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per il monitoraggio degli accessi.
Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati ed eventualmente disabilitarli, accedi alla pagina Privacy.
Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Elementi comuni e differenziali tra assegno ex art.580 cod.civ. ed assegno ex art.594 cod.civ. in favore dei figli naturali non riconoscibili



I legati ex lege di cui agli artt.580 e 594 cod.civ. possiedono numerosi punti di contatto, differenziandosi tuttavia per alcune caratteristiche non secondarie. Anzitutto la prima norma, che costituisce il modello della seconda quanto alla consistenza del credito scaturente dall'attribuzione, è dettata in tema di successione ab intestato, mentre la seconda è ambientabile (nonostante la collocazione nel capo III relativo alla capacità di ricevere per testamento) nell'ambito della successione dei legittimari nota1 . Questo rende evidente come in quest'ultimo caso si ponga il tema dell'automatica riduzione dei benefici conseguiti dagli eredi, legatari e donatari in proporzione a quanto ricevuto. In altre parole si tiene conto non soltanto del relictum, ma anche del donatum nota2.

Comune è invece l'indole successoria e non alimentare del credito
nota3, come anche la prescrizione di cui all'art.237 della Legge 151/75, ai sensi del quale le disposizioni in esame si applicano anche alle successioni apertesi prima della entrata in vigore della predetta legge di riforma del diritto
di famiglia se i diritti dei figli naturali non riconoscibili non sono stati definiti con sentenza passata in giudicato o mediante convenzione.
Le norma in considerazione sono infine applicabili anche in favore di colui che abbia un diverso stato di figlio legittimo ma si riscontri una situazione di divieto di riconoscimento per contrasto con lo stato di figlio legittimo o legittimato (Cass. Civ. Sez.I, 467/86 467/86).

Note

nota1

Carraro, La vocazione legittima alla successione, Padova, 1979, p.156.
top1

nota2

Mengoni, Successioni per causa di morte. Parte speciale: successione legittima, in Tratt.dir. civ. e comm., diretto da Cicu-Messineo e continuato da Mengoni, vol. XLIII, t.1, Milano, 1983, p.117.
top2

nota3

Capozzi, Successioni e donazioni, Milano, 2002, p.342.
top3

Bibliografia

  • CARRARO, La vocazione legittima alla successione, Padova, 1979
  • MENGONI, Successione per causa di morte.Successione legittima, Milano, Tratt.dir.civ.e comm.,dir. Cicu e Messineo, 1983

Chiedi consulenza ai nostri esperti su:

Elementi comuni e differenziali tra assegno ex art.580 cod.civ. ed assegno ex art.594 cod.civ. in favore dei figli naturali non riconoscibili
richiedi un preventivo gratuito

Trovi ulteriori informazioni sulle Consulenze di Wikijus qui

Percorsi argomentali

Aggiungi un commento


Se vuoi aggiornamenti su "Elementi comuni e differenziali tra assegno ex art.580 cod.civ. ed assegno ex art.594 cod.civ. in favore dei figli naturali non riconoscibili"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto